La composizione fotografica

Adams_The_Tetons_and_the_Snake_River.jpgLa composizione fotografica è la disposizione piacevole degli elementi della materia all’interno dell’area dell’immagine.
La fotografia creativa dipende principalmente dalla capacità del fotografo di vedere come la fotocamera vede perché una fotografia non riproduce una scena come la vediamo noi.
La fotocamera vede e registra solo una piccola parte, isolata della scena più grande, la riduce a sole due dimensioni, la incornicia e la congela, non discrimina come fa il nostro cervello.
Quando guardiamo una scena, vediamo selettivamente solo gli elementi importanti e più o meno ignoriamo il resto.
Una fotocamera, d’altra parte, vede tutti i dettagli all’interno del campo visivo.
Questo è il motivo per cui alcune delle nostre immagini sono spesso deludenti.
Gli sfondi possono essere ingombri di oggetti che non ricordiamo, i nostri soggetti sono più piccoli nell’inquadratura o meno sorprendenti, oppure l’intera scena può mancare di significato e di vitalità.
Le buone foto raramente vengono create per caso.
Il modo in cui disponi gli elementi di una scena all’interno di una foto, cattura l’attenzione dello spettatore, favorire l’occhio con una composizione chiara migliora la qualità della tua immagine.
Sviluppando con abilità la composizione fotografica, è possibile produrre fotografie che suggeriscono movimento, vita, profondità, forma, ricreando l’impatto della scena originale.
Per sviluppare questa abilità, bisogna studiare e praticare costantemente.
Ogni volta che scatti una foto, guarda tutto intorno al mirino.
Considera il modo in cui ogni elemento verrà registrato e come si riferisce alla composizione generale.
È necessario acquisire familiarità con la fotocamera e imparare come l’operazione di ciascun controllo altera l’immagine.
Sperimenta con la fotocamera e guarda attentamente i risultati per vedere se soddisfano le tue aspettative.
Con l’esperienza e la conoscenza della tua attrezzatura, inizi a “pensare attraverso la tua fotocamera” in modo da essere libero di concentrarti sulla composizione.
Dedica uno studio serio ai principi della buona composizione, leggi libri e articoli di riviste sulla composizione.
Analizza tutti i media disponibili e valuta costantemente in maniera critica ciò che vedi.
Una composizione buona o corretta è impossibile da definire con precisione.
Non ci sono regole rigide da seguire che assicurino una buona composizione in ogni fotografia.
Ci sono solo i principi e gli elementi che forniscono un mezzo per ottenere una composizione piacevole se applicati correttamente.

Ecco alcuni di questi principi:
Centro di interesse
Collocamento soggetto
Semplicità
Punto di vista
Equilibrio
Forme e linee
Modello
Volume
Illuminazione
Struttura
Tono
Contrasto
Framing
Primo piano
Sfondo
Prospettiva

Mentre studi questi principi compositivi, dovresti presto comprendere che alcuni sono molto simili e si sovrappongono molto l’un l’altro.
Poiché tutti o molti di questi principi devono essere considerati e applicati ogni volta che si scatta una foto, all’inizio potrebbe sembrare tutto piuttosto confuso.
Con l’esperienza svilupperai un buon senso compositivo e l’applicazione dei principi diventeranno per tè quasi una seconda natura.
Ciò non significa che puoi permetterti di diventare compiacente o negligente nell’applicazione dei principi di composizione.
Fare ciò sarà immediatamente ovvio perché i risultati che produrrai saranno istantanee, non fotografie professionali.

10 pensieri riguardo “La composizione fotografica

  1. Interessante, amo l’immagine anche per motivi familiari e antica consuetudine. I concetti che esprimi per la composizione fotografica sono esatti…e rivedibili a piacimento ovviamente. Mio nonno mi insegnò che tutto in ogni caso dipendeva dalla LUCE e dal tuo saperla comprendere, scoprire, studiare e cogliere.
    Il tuo blog ufficiale è questo o l’altro da cui provengo? Ho letto cose interessantissime sulla storia di certe foto, persino più interessanti della foto stessa. Click!

    "Mi piace"

    1. Ho visto la luce diceva John Belushi!! quindi la luce in tutti i sensi direi, ma anche pazienza e istinto, importante è saper aspettare la magia del momento piccola o grande che sia.
      Il mio blog storico è offphoto.wordpress.com, l’altro l’ho iniziato da poco, poi in seguito ne aggiungerò un terzo… per non fami mancare niente.
      Condivido i tuoi pensieri, trovo il tuo incipit e le tue info molto gradevoli e sopratutto vere, una messa a nudo che volontariamente o involontariamente cerco anch’io.
      Non ho mai scritto niente, ma ora col nuovo blog cercherò di tirar fuori cose che trovo interessanti, e spero il più possibile originali. ciao e grazie per il link sulla tua pagina… Vanni

      Piace a 1 persona

  2. Bellissimo scatto. Amo far foto ma sinceramente quando mi accingo ad immortalare una scena agisco d’istinto e non posso soffermarmi a lungo altrimenti chi mi segue perde la pazienza. Mi piacerebbe sicuramente fare qualche uscita didattica al fine di migliorarmi e realizzare anch’io delle belle foto come la tua. Alla prossima 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Carissima Bea, grazie per il commento, se avessi fatto io l’immagine all’inizio dell’articolo sarei famosissimo, questo è uno scatto fatto da Ansel Adams nel 1942 con una macchina fotografica a lastra di vetro, sai quelle enormi tutte in legno con il fotografo che si mette sotto il telo nero…

      Prima pensa poi scatta, chi ti segue si abituerà, leggi e guarda le immagini dei fotografi più famosi, vedrai che a furia di insistere migliorerai i tuoi risultati.
      Ho visto le tue immagini vorrei darti due piccoli consigli:
      Guarda nel mirino e immaginati una storia, raccontala, fai partire la fantasia di chi le guarda.
      E poi le persone, le persone in un’immagine sono molto importanti danno un senso, uno spessore e aiutano molto la composizione, anzi molto di più!
      a presto 🙂
      Vanni

      Piace a 1 persona

      1. Ahi ahi che figuraccia. Mi sono fatta prendere dall’entusiasmo di uno scatto perfetto ed ho veramente pensato fosse tuo e, ammetto, ho invidiato moltissimo una simile perfezione. Per quanto riguarda i miei scatti, come già detto sono sempre scatti fatti di corsa, e comunque quando scatto ho la sensazione che la macchina diventi un tutt’uno con la mia persona. E’ come se entrassi nell’immagine e me ne innamoro subito. Fotografo le persone ma non le pubblico proprio per rimanere nell’anonimato. Da qualche parte leggevo che è sbagliato non far vedere a chi ti segue con chi stanno interagendo ma io continuo a rimanere un’anonima appassionata di viaggi e photos 🙂

        Piace a 1 persona

      2. Ahi ahi!! ma dai non si può sapere tutto!
        Brava, anch’io condivido le tue sensazioni quando ho in mano una macchina fotografica.
        Quello che dici sulle persone è giusto, purtroppo per diversi motivi non si possono pubblicare immagini di persone ignare di essere fotografate, a me dispiace molto, io ho parecchi scatti interessanti, e ogni tanto però me ne scappa uno sul blog… nun ce posso fà niente, è passione!
        ciao e grazie di essere ripassata 🙂

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...